Intervista ad A. Loreti

Intervista ad A. Loreti

Ciao Alessandra. Iniziamo l’intervista chiedendoti di scegliere una tra le carte del coaching game Points of You,  per raccontarci qualcosa di te.
Ho scelto la carta: Creatività. Ho notato subito lo stacco di colore della corda e i toni bianchi della bambina che contrastano con il grigio del muro crepato. Metafora perfetta: una macchia di luce sui toni grigi di un mondo frenetico che spesso si dimentica di se stesso.
La creatività ha lo scopo preciso di riconnetterci con noi stessi, di restituirci quella libertà che sovente dimentichiamo di avere.

Sei una creative communicator di successo. In che modo l’Intelligenza Emotiva ti ha aiutata a diventare chi sei?
Mi ha aiutata rendendomi consapevole del modo in cui le emozioni infuiscono sulla mia comunicazione.
Le illustrazioni che realizzo o i racconti che scrivo sono degli strumenti che veicolano un messaggio ben preciso e quel messaggio porta con sé un’emozione.

Molti adulti hanno difficoltà a disegnare. Le neuroscienze ci dicono che l’emisfero destro ha una grande importanza nel processo creativo. In che modo l’allenamento dell’Intelligenza Emotiva potrebbe aiutare le persone a sviluppare la loro creatività?
Allenare l’intelligenza emotiva significa ampliare la conoscenza del sé. E quando diventiamo più consapevoli di noi stessi siamo anche più propensi a sperimentare il nostro lato creativo.

In questi ultimi anni, anche da parte dei bambini, si notano resistenze nell’approccio al disegno. Quali possono essere le cause?
I bambini si stanno disinteressando al disegno perché non sono più abituati ad inventare, a creare. Disegnano a scuola perché DEVONO farlo e poi vengono giudicati negativamente se il loro lavoro non è conforme alle aspettative dell’insegnante o del genitore. Come si può pensare ad una creatività libera se i bambini troppo spesso non sono liberi di esprimersi attraverso la creatività?

InEmind Magazine cerca sempre di essere utile a chi ci segue: vuoi lasciarci con un suggerimento per chi ha voglia di liberare un po’ di creatività?
Fermatevi. Prendetevi del tempo per voi stessi e divertitevi come non fate da tempo.
E noi vi suggeriamo di visitare il blog www.lafabbricadeisogniweb.it , il sito www.alessandraloreti.it e, se volete ampliare la comfort zone della vostra creatività, potrete scaricare, gratuitamente dal sito, il mini ebook “Stimolare la creatività in quarantena

Alessandra Loreti, grafica e illustratrice

Chiudi il menu